Ultimi Articoli

Come si Serve il Vino a Tavola

Sommelier al servizio per non dare il ben servito ma per essere ben servito.

Come si presenta la bottiglia di vino …

Per saperne di più vediamo le indicazioni del nostro simpatico SOMMELIER

La presentazione della bottiglia
decantare il vino a tavola

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La bottiglia si presenta a sinistra e versa a destra

La bottiglia si presenta alla sinistra del cliente, in modo che si possa vedere bene l’etichetta e si versa alla destra del cliente.

Verrà aperta sul tavolo di servizio o Guéridon, nel caso di vini bianchi o spumanti, ponendo il tappo, una volta sentito ed estratto, sul piattino di servizio a disposizione del cliente, o direttamente nel cestello a vino in caso di vini molto maturi e di elevato corpo.

Quando si versa, l’etichetta sarà costantemente diretta verso il cliente, per dargli la possibilità di vedere l’azienda e il nome del vino che sta bevendo.

Nel contempo si indicano con tono chiaro e pacato, il nome del vino, eventuale Cru, annata e produttore e poi si procede con il servizio,seguendo le corrette precedenze.

Su eventuale richiesta del cliente, verranno fornite altre informazioni riguardanti il vino (vitigni impiegati, percentuale in alcol etilico, zona produzione, caratteristiche pedo-climatiche, anticipazioni delle caratteristiche sensoriali, nozioni sul produttore o altro).

Qualora si potesse comprendere che il cliente possa apprezzare, si può descrivere l’azienda, il produttore, la sua storia o storie sul vino che si sta versando.

In caso di vini di lungo affinamento prelevati in cantina, converrà utilizzare  l’apposito cestello porta vino per evitare movimenti e colpi inavvertiti che andrebbero a far depositare nel fondo possibili residui dovuti ai diversi anni di riposo.

Perchè decantare il vino?

In caso di vini che sono stati soggetti a lungo invecchiamento, o che possano far pensare alla presenza di depositi o sedimenti, potrà essere necessaria la decantazione dopo un preciso rituale, eseguito con premura e attenzione per controllare la qualità del vino dopo tanti anni e per far deposiare i residui eventuali dovuti al tempo trascorso nella bottiglia.

Tramite questa procedura, se svolta correttamente, i sedimenti vengono eliminati ed il vino ha la possibilità di ossigenarsi e liberare i suoi  profumi.

Una volta stappata e versata, la bottiglia verrà posto sul tavolo dei clienti, all’interno del suaglass nel caso di bianchi, rosati o vini spumanti.

Piccola goccia enologica per approcciarsi ad un servizio preciso, impeccabile che però deve sempre avere il giusto equilibrio tra informalità e formalità.

Creare interesse, suscitare curiosità, senza però essere invadenti e prolissi, cercando sempre di capire le esigenze di chi abbiamo di fronte.

 

 

Lascia il tuo commento
Copyright © Viniferare 2018 • All rights reserved.